Lirica International di Franco Silvestri

Paolo Ciavarelli

Ciavarelli
Condividi il Profilo con gli amici
Italian Flag

Si avvicina alla musica dopo essere stato selezionato per far parte dei Pueri Cantores del Coro della Cappella Musicale Pontificia Sistina con i quali prende parte, oltre che alle celebrazioni papali, anche a svariati concerti in Italia e tourneè (Turchia, Polonia e Giappone). Comincia e conclude la sua esperienza in Sistina (1993/1997) sotto la direzione del Maestro Mons. Domenico Bartolucci. Durante quegli anni impara le nozioni base della teoria musicale, del solfeggio, del canto e del pianoforte.

Continua a coltivare la sua passione per la musica collaborando con diverse formazioni corali tra le quali spiccano il Coro Polifonico della Città di Roma, con il quale registra più volte per Ennio Morricone, il Coro del Vicariato della Basilica di S. Pietro, il Coro Lirico Italiano, l’International Opera Choir.

Nel 2008 intraprende lo studio del canto per migliorare la sua tecnica vocale. Esortato dal suo Maestro si dedica allo studio del canto lirico.

Prende parte a diverse Master Class per affinare tecnica, stile, interpretazione ed arte scenica.

Tra i suoi insegnanti si possono segnalare Francesca Patanè e Marco Chingari, Giorgio Gatti, Giorgio Sangati, Giorgio Bongiovanni, Alfonso Antoniozzi, Cesare Scarton, Bernadette Manca di Nissa, Alberto Rinaldi, Vivica Genaux, Amelia Felle, Claudio Desderi, Edda Moser, Enza Ferrari, Raffaele Cortesi, Renato Bruson.

Esperienze Musicali:

Ad Agosto 2020 è Belcore per l’Ass. Culturale “Opera Extravaganza” al “Giardino segreto” di Vetralla ed al Castello di Torre Alfina.

Ad Ottobre 2019 interpreta ne “La Prova di un’opera seria” di F. Gnecco il Poeta Pasticci per il Luglio Musicale Trapanese con la regia di Salvo Piro e la direzione di Manuela Ranno.

A settembre 2019, per la 73° Stagione del Teatro Lirico Sperimentale di Spoleto, debutta nei ruoli di Nesso in “Drosilla e Nesso” di Leonardo Leo, per la direzione di Pierfrancesco Borrelli e la regia di Davide Gasparro e di Figaro ne “Il Barbiere di Siviglia” di G. Rossini sotto la direzione di Salvatore Percacciolo con la regia di Paolo Rossi.

A Dicembre 2018, al Comunale di Modena, da vita al personaggio di Fiordarancio nella prima mondiale de “Il Castello Incantato” di Marco Taralli per la regia di Francesco Esposito. Ruolo ripreso al Verdi di Trieste a febbraio 2019 per 13 repliche e a ottobre 2019 per altre 15.

A Ottobre 2018 si classifica terzo al Concorso Internazionale di Canto Lirico di Città di Alcamo.

A Settembre 2018 interpreta Barlacco negli intermezzi di Domenico Sarri “La furba e lo sciocco” presso il Teatro Caio Melisso di Spoleto per la direzione di Pierfrancesco Borrelli e la regia di Andrea Stanisci e nei ruoli di Duphol e Giorgio Germont ne “La Traviata” di G. Verdi diretta da Carlo Palleschi per la regia di Giorgio Bongiovanni nel corso della 72° Stagione dello Sperimentale A. Belli.

A Giugno 2018 debutta al Teatro G. Verdi di Trieste ne “La Traviata” nel ruolo del Barone Duphol per la regia di Giulio Ciabatti e la direzione di Pedro Halffter Caro. Ripeterà a Pordenone ad ottobre dello stesso anno sotto la conduzione di Fabrizio Maria Carminati.

A Maggio 2018 reinterpreta Dandini nella “Cenerentola” di Rossini per il progetto “Canto per la Valnerina – Voci insieme” promosso dal Lirico Sperimentale di Spoleto.

Ad Ottobre 2017 partecipa al concorso Internazionale di Canto Lirico di Alcamo ricevendo il premio speciale alla memoria di Ettore Bastianini.

A Maggio 2017 è Belcore per l’Associazione Musicale Tito Gobbi a Roma e Rieti.

A Febbraio 2017 viene nominato Idoneo vincitore del 71° Concorso Europeo di Canto indetto dal Teatro Lirico Sperimentale A. Belli di Spoleto e partecipa alla stagione dello stesso in tre diverse produzioni: “Mahagonny Songspiel”di K. Weill e B. Brecht per la regia di Giorgio Sangati nel ruolo di Bobby, quello di Nibbio ne “L’impresario delle Canarie” di Domenico Sarri sotto la direzione di Pierfrancesco Borrelli e regia di Giorgio Bongiovanni e quello di Morales nella “Carmen” di Georges Bizet con Laurent Campellone alla direzione e Stefano Monti alla regia.

A Settembre 2016 prende parte alla 70° stagione del Teatro Lirico Sperimentale A.Belli di Spoleto in due diverse produzioni. Al Teatro Caio Melisso di Spoleto interpreta Morano negli intermezzi di Francesco Feo “Rosicca e Morano” sotto la conduzione di Pierfrancesco Borrelli e del regista Giorgio Sangati. Al Teatro Nuovo Gian Carlo Menotti di Spoleto, nonché al Lyrick di Assisi ed al Mancinelli di Orvieto, interpreta Renato in “Un ballo in maschera” di G. Verdi sotto la direzione di Marco Angius e la regia di Stefano Monti.

A Maggio 2016 è Dandini, ne “La Cenerentola” di Rossini, per l’Associazione Tito Gobbi al Teatro Brancaccio di Roma, al Flavio Vespasiano di Rieti ed all’anfiteatro romano di Terni.

A Maggio 2015, inscena “Carmen” di G. Bizet (riduzione in italiano) nel ruolo di Escamillo per “Magia dell’Opera” con l’Associazione Tito Gobbi.

A Gennaio 2015 vince l’audizione presso l’Associazione “Mettiamoci all’Opera” di Prato, e partecipa con costanza alle iniziative della stessa.

Ad Agosto 2014 ha l’opportunità di studiare ed interpretare, per l’International Opera Studio sotto la direzione di Stephen Kramer, il Conte d’Almaviva nelle Nozze di Figaro di W. A. Mozart a Palazzo Chigi a Formello.

Prende parte a diverse piccole produzioni come corista/comprimario, tra le quali spiccano il suo debutto per L’International Opera Theather di Philadephia alla Prima Mondiale dell’Opera moderna di Pedini/Saillant “Buffalo Soldier” nel ruolo di Sommati, rappresentata al Teatro degli Avvaloranti di Città della Pieve ed al Teatro Valle di Roma ed il ruolo di Sciarrone nella “Tosca” di Puccini sotto la conduzione di Nicola Samale nei teatri Maria Caniglia di Sulmona e Flavio Vespasiano di Rieti.

uk flag